Nice to work for…

Interessante articolo del Sole 24 ore sulle aziende dove si lavora meglio.

Per avere una migliore panoramica generale, capirne di più sulla metodologia utilizzata e sugli scostamenti rispetto al passato vi invito a leggere l’articolo; altrimenti, se volete solo curiosare scorrendo la classifica la potrete trovare di seguito.

 

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2012-11-13/miglior-posto-dove-lavorare-183654.shtml?uuid=AbSlXd2G

 

Annunci

Haiku #46 – Destino

“Sulle montagne

russe, tra certezze e

dubbi: destino.”

D.

Haiku #45 – Blue mood

“Quando la voglia

di lottare supera

la fantasia”

D.

Haiku #44 – System Reboot

“Incapacità

cosciente di fare un

completo reset”

D.

ACCABADORA – Michela Murgia

Anche in questo caso raccolgo qualche citazione interessante. Questo libro, oltre ad essere piacevole e ben scritto, ha il pregio di raccontare una storia ambientata in un paesino del sud italia che, per tante ragioni, mi ha riportato alla mente la mia infanzia e fancillezza passata nel paese natio dei miei genitori. Alcune abitudini, comportamenti e modi di ragionare, tipici di quelle realtà mi sono risultate così familiari da consentirmi una piena immedesimazione in alcuni momenti all’interno di questo racconto.

 

 

“Quelle menti semplici ansiose di spiegare le complicazioni altrui”

“Stavolta fu Bonaria a tacere per qualche momento. La musica classica che continuava a venire dalla radio non impediva al silenzio di sentirsi.”

“Non ci aveva mai creduto che la notte portasse consiglio. La notte porta la notte e basta. Chi ha giudizio sa che i consiglio bisogna farseli dare da svegli, perchè ogni alba nuova è un agguato da cui difendersi come si può.”

Il lutto non serve a quello. Il dolore è nude ed il nero serve a coprirlo, a non farlo vedere.”

“Ci sono posti in cui la verità ed il parere della maggioranza sono due concetti sovrapponibili, e in quella misteriosa geogragia del consenso, Soreni era una capitale morale.”

“Non dire mai: di quest’acqua non ne bevo. Potresti ritrovarti nella tinozza senza manco sapere come ci sei entrata.”

“Ma i tempi della consapevolezza per lei erano sempre arrivati come una risacca dopo l’onda.”

TESTIMONE INCONSAPEVOLE – Gianfranco Carofiglio

Raccolgo di seguito alcune citazioni di un altro libro che mi ha lasciato qualche spunto interessante.
Oltre ad essere scritto con uno stile molto vicino a me, sebbene poco consono e comune, si è rivelato molto piacevole e facile da leggere sebbene, per essere un giallo, racconta una storia “semplice” e non così appassionante.

 

“Mi accorsi di aver detto una cazzata, già mentre ascoltavo il suono delle mie parole.”

“Avevo voglia di insultarla perche’ mi specchiavo nella sua inattesa mediocrita’ e nella sua vigliaccheria. E mi riconoscevo con una chiarezza insopportabile.”

Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati. «Dove andiamo?» Non lo so, ma dobbiamo andare” cit. J. Kerouac, On the Road

“Ci si affeziona anche al dolore, perfino alla disperazione. Quando abbiamo sofferto moltissimo per una persona, il fatto che il dolore stia passando ci sgomenta, perché crediamo significhi, una volta di più, che tutto, veramente tutto finisce.”

“Ci passano vicini interi mondi e non ce ne accorgiamo.”

Opportunità…

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.

E quello che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.

N. Hikmet