ALTA FEDELTA’ – Nick Hornby (3)

Ho deciso di raccogliere una serie di citazioni dell’ultimo libro che sto leggendo. Che mi piaccia è ovvio, visto che lo sto inserendo del blog, ma preferisco, come scelta “editoriale”, di non aggiungere considerazioni ed opinioni di alcun genere a riguardo. Mi piace l’idea che possiate farvele voi leggendo le frasi che sotto ho riportato.

“Immagino la si possa considerare amarezza. Io non credo di essere amaro, ma certo sono deluso di me; pensavo a questo punto di meritare qualcosa di più, ma forse anche la delusione è un po a sproposito. Non è solo per il lavoro; come non è solo per il fatto di avere 35 anni suonati e non avere una donna, benchè siano tutte cose che non aiutano. E’ che.. oh, non so. Avete mai guardato una vostra foto di quando eravate ragazzini? […] Secondo me sono immagini che possono intristire e o rallegrare. […] Nell’ultimo paio d’anni, le fotografie di me da ragazzino, quelle che un tempo non volevo che le mie fidanzate  vedessero… beh, hanno cominciato a farmi venire un certo pizzicorino. Non si tratta di vera e propria infelicità, è una specie di sommesso, profondo rammarico. Ce n’è una in cui ho un cappello da cowboy e punto il fucile verso l’obiettivo, cercando invano di sembrare un cowboy, adesso quasi non riesco a guardarla. Laura mi trovava dolce in quella foto (usava proprio questo aggettivo! Dolce, il contrario di amaro!) e l’aveva attaccata in cucina, ma io l’ho rimessa in un cassetto. Continuo a provare l’impulso di scusarmi con quel piccoletto: “Mi spiace, ti ho abbandonato. Avrei dovuto prendermi cura di te, ma ho fallito: ho preso le decisioni sbagliate nei momenti sbagliati, e così tu sei diventato me”.

“Vedete, a lui sarebbe piaciuto andare a sentire il gruppo di Barry; a lui non avrebbero dato sui nervi la salopette di Ian o la penna luminosa di Perry […] o i viaggi di Charlie negli Stati Uniti. Lui nemmeno lo capirebbe perchè queste cose mi buttano così giù. Lui, se fosse qui adesso, se potesse saltare fuori da quella foto e materializzarsi in questo negozio, scatterebbe di corsa fuori da quella porta e se ne tornerebbe diritto nel 1967, tanto in fretta quanto glielo consentirebbero quelle sue gambette.”

“Mamma chiama proprio mentre sto per infilare Robocop 2 nel videoregistratore, e anche stavolta sono deluso perchè non è qualcun altro. Se il giorno del compleanno non ricevi nemmeno una telefonata di tua madre, sei veramente nei guai. Lei è gentile, però. Mostra comprensione per il fatto che passo la giornata da solo, anche se probabilmente la ferisce che io preferisca stare solo piuttosto che con lei e papà. Per dei genitori non deve essere bello, suppongo, quando vedono che le cose non filano troppo lisce per i figli, ma non possono più raggiungerli seguendo le vecchie vie genitoriali perchè sono diventate troppo lunghe. […] A questo punto attacca una lagna del tipo com’è-che-ti-sei-cacciato-in-questa-situazione, perchè si sente impotente ed è preoccupata, ma questo è il mio giorno, per così dire, e non mi va di sentirla.”

“Così per la prima volta ho preso il ruolo della donna, subordinando la mia esistenza a quella della persona con cui stavo. Non è che a Laura non piacessero i miei amici. […] E’ solo che le piacevano più i suoi, e voleva che piacessero anche a me, e a me piacevano. Mi piacevano più di quanto mi piacessero i miei e, prima che me ne accorgessi (e in realtà me ne accorsi solo quando fu troppo tardi), la reazione con Laura mi diede un senso di appartenenza a un luogo. E se perdi questo senso di appartenenza, ti viene nostalgia di casa. Logico.”

Annunci

2 commenti

  1. Ciao Daniele,
    volevo solo ringraziarti per le belle parole sul mio blog!
    So che non è proprio dietro l’angolo, ma se mai passerai da Stoccolma fatti sentire!
    Saluti
    /Stefano

    • Grazie Stefano per la tua visita e per il gentile invito. Stoccolma è una città magica; ho avuto l’opportunità di visitarla anche se per soli 5 giorni ma mi è rimasta nel cuore. Credo sia stata la città europea che più mi ha impressionato. Ci tornerei volentieri e non è detto che non sfrutti l’occasione!
      A presto!


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...